Cosa non deve mai mancare in un impianto elettrico

La maggior parte delle persone dà per scontato di possedere un impianto elettrico sicuro per il semplice fatto che è funzionante. E’ utile, invece, informarsi se il proprio impianto elettrico è dotato di tutte le protezioni necessarie in caso di guasto o dispersione di energia che potrebbero rappresentare un pericolo per la salute e la sicurezza dell’utente finale.

N

SUDDIVISIONE DEI CIRCUITI

per garantire, in caso di guasto, il funzionamento parziale dell’impianto in totale sicurezza

N

IMPIANTO DI TERRA

per la protezione dell’impianto e delle persone da eventuali dispersioni o  sovratensioni

N

SCARICATORE

cioè un dispositivo molto importante per la protezione dell’impianto da sovratensioni causate da scariche atmosferiche o dal gestore di energia elettrica

N

PROTEZIONE DIFFERENZIALE

comunemente conosciuta con il termine “SALVAVITA”, per proteggerti dalle dispersioni di corrente causate da guasti alle apparecchiature elettriche domestiche

N

PROTEZIONE MAGNETOTERMICA

per proteggere i circuiti in cui è suddiviso l’impianto da eventuali sovraccarichi o cortocircuiti

N

ILLUMINAZIONE DI EMERGENZA

per garantire la visibilità minima in caso di black out

Scopri qual’è il livello più adatto alle tue esigenze

L’impianto elettrico svolge un ruolo fondamentale nella funzionalità di un edificio, perchèsi trova alla base di tutti gli altri impianti dei quali si può avere bisogno (antifurto, videosorveglianza, domotica, ecc.). Per questo deve essere progettato facendo particolare attenzione a tutte le necessità del cliente – presenti e future – ma soprattutto deve essere realizzato nel rispetto delle norme tecniche di riferimento.

In base alla norma CEI 64-08 (Capitolo 37), gli impianti elettrici si possono suddividere in tre livelli a seconda delle prestazioni di efficienza e sicurezza che si desiderano avere.

LIVELLO BASE

E’ il livello minimo per cui un impianto possa essere considerato a norma e prevede:

  • un numero minimo di punti-prese e punti-luce in funzione della metratura o della tipologia di ogni locale dell’appartamento;
  • un numero minimo di circuiti in funzione della metratura dell’appartamento;
  • almeno 2 interruttori differenziali al fine di garantire una sufficiente continuità di servizio.

LIVELLO STANDARD

Rispetto al livello BASE, prevede un aumento della dotazione e dei componenti, oltre che l’installazione di dispositivi per la protezione e la sicurezza della casa quali il videocitofono e l’anti-intrusione.

LIVELLO DOMOTICO

Oltre a un ulteriore aumento delle dotazioni, introduce la domotica a beneficio del risparmio energetico all’interno dell’abitazione. L’impianto per essere considerato domotico deve gestire almeno quattro funzioni domotiche, tra cui: anti-intrusione, controllo carichi, gestione comando luci, gestione temperatura, gestione scenari, controllo remoto, sistema diffusione sonora, rilevazione incendio, sistema antiallagamento e/o rilevazione gas.

Visita questo simpatico approfondimento e scopri qual’è il livello che fa per te!

Vai

Realizziamo impianti elettrici civili ed industriali nelle province di Padova, Venezia, Treviso e Vicenza. 

Gli impianti elettrici industriali sono impianti più complessi rispetto a quelli residenziali perchè, oltre ad essere funzionali all’edificio ed a chi lo utilizza, sono progettati anche per far lavorare macchinari e dispositivi di produzione. Tuttavia, allo stesso modo degli impianti residenziali, devono essere realizzati a regola d’arte e rispettare le norme tecniche di sicurezza. Il DM 37/08  rende, inoltre, obbligatoria – per alcune tipologie di impianti – la redazione di un progetto da parte di un professionista abilitato.